Giorno 12: Panama

  IMG 20190127 WA0001

Sabato mattina ci siamo mossi di buon mattino, radunandoci in parrocchia con gli zaini di nuovo in spalla. Siamo saltati su un autobus, poi su un altro, e man mano che ci avvicinavamo al Metro Park, il grande prato fuori Panama City, ribattezzato per questa occasione Campo San Juan Pablo II, incontravamo sempre più pellegrini. Che, raggiunta l’ultima stazione, erano la maggioranza della popolazione del quartiere. Ci siamo accodati al fiume di giovani che ha attraversato le strade e abbiamo sfilato tra le case dei panamensi (molto più modeste, in questa zona). Ancora una volta ci ha stupiti l’accoglienza di questo popolo: le persone ci aspettavano fuori dalle porte salutandoci, spruzzandoci con acqua fresca e distribuendo bottigliette per farci bere.

IMG 20190127 WA0000

Alla fine della mattinata ci stavamo piazzando nel nostro settore della lunghissima spianata. Stavolta il palco lo vedevamo dal vivo. Il Papa no, troppo lontano, ma tanto ci sono i megaschermi. Ci siamo sistemati sulle cerate blu gentilmente offerte dalla Pastorale giovanile della Cei e ci siamo disposti a passare un pomeriggio d’attesa, consumando il lauto pasto in scatola consegnatoci dall’organizzazione della Gmg. Semplicemente delizioso... C’è chi ha letto, chi ha dormito, chi ha chiacchierato, chi ha costruito una tenda di fortuna per ripararsi dal sole, chi è andato in giro a conoscere gente o a scambiare oggetti. Per chi non lo sapesse, quest’ultima è una tradizione della Gmg: io ti do qualcosa dal mio Paese e tu mi dai qualcosa dal tuo. Il nostro Alessandro sta tentando di infrangere un record conquistando più bandiere possibile (è arrivato a 14 e le tiene tutte appese allo zaino). D’altronde qui è tutto uno sventolare di colori, come neanche alle Nazioni unite.

IMG 20190127 WA0004

 

Non appena si è sentito che era arrivato il Papa migliaia di aste, bastoni, stanghe e spranghe si sono alzati dalla massa di giovani, come pistilli di un enorme fiore multicolore. La veglia è cominciata poco dopo e Papa Francesco ha fatto subito il suo discorso. Potete trovare le sue parole ovunque, quindi non ci dilungheremo a ripetervi quello che ci ha detto (ma andate a leggerlo, perché ne vale la pena). Cercheremo invece di raccontarvi quello che abbiamo vissuto. Abbiamo ascoltato in un silenzio quasi perfetto; Francesco ha questo dono speciale di riuscire a dire cose complicate con parole semplici, tanto che sembra di parlare con un saggio amico. L’argomento era la nostra vita: niente di teologico, tutto sommato. Ma ci ha ripetuto che è fatta per la grandezza della santità e che il Signore, con noi, fa sempre il primo passo. Una cosa che riempie di speranza...

IMG 20190127 WA0009

Come sempre Francesco è stato chiaro e diretto. Così diretto che a un certo punto ha iniziato a farci domande e a chiedere la risposta. Faceva come una rockstar, che a una risposta flebile chiede dal palco “Non vi ho sentito!”. Solo che le sue domande erano del calibro di “Volete dire, come Maria, avvenga di me secondo la tua parola?”. Riuscite a immaginare quanto bello può esser un gigantesco “sì!” urlato da 250 mila giovani? Quella che ha fatto il Papa è stata un’altra chiamata a lottare per rendere il mondo un luogo migliore. E alla fine da noi, pieni di coraggio e un po’ commossi, è partito un grande applauso e un classico della Gmg: “Esta es la joventud del Papa!”.

IMG 20190127 WA0005

La veglia non è stata da meno: non appena il Santissimo è comparso sull’altare, sul Metro Park è sceso un silenzio magico. Magico perché si suppone che 250 mila persone siano rumorose, almeno un pochino. E invece 250 mila persone che pregano sono silenziosissime, di un silenzio che sembrava agire istantaneamente nei nostri cuori e altrove.

Alla fine della veglia il Papa si è dileguato in silenzio e l’atmosfera si è un po’ raffreddata. Abbiamo cenato (sempre la stessa roba deliziosa) e ci siamo sistemati per la notte, cullati dalle parole del rosario pregato dal palco in tutte le lingue. Il nostro Matteo, zitto zitto, ha anche trovato il modo di passare la nottata in dolce compagnia...

IMG 20190127 WA0008

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Leggi di più